Style Scene

Lo stile … è di casa !

Riccione: in o out?

discoteca-riccioneQuando si parla di vacanze estive, Riccione è una delle mete preferite dei nostri connazionali, ma non solo. La città di 35.000 abitanti circa in Emilia Romagna è una delle più interessanti location di vacanza di giovani e meno giovani, tutte persone che sono alla ricerca di puro divertimento dove, a seconda di quello che si sceglie di fare, la parola “relax” c’entra davvero poco.

Da anni Riccione è sulla scena turistica italiana grazie anche ai film che, nel corso degli anni, hanno avuto come ambientazione principale proprio questa città; tra i vari troviamo “Estate Violenta” e “La ragazza con la valigia”. C’è anche da dire che Riccione ha avuto una buona “spinta” in termini di diffusione anche da film ambientati nella vicina Rimini, come “Da zero a dieci” di Ligabue.

Oltre a tutto questo, Riccione è la scelta principale di chi cerca divertimento, grazie alle tante discoteche e locali che animano la notte emiliana, come il Cocoricò e il Pascià, che propongono DJ Set internazionali e buona musica.

Nelle calde giornate dell’estate riccionese, tra i vari Bagni e il vicino Aquafan, c’è davvero tanto tra cui scegliere e con cui divertirsi; chi non è mai stato sdraiato sotto il caldo sole di Riccione ad abbronzarsi, o non si è mai divertito sugli scivoli di questo parco acquatico, non sa onestamente che cosa si è perso fino ad ora.

Per non parlare poi della cucina tipica, fatta di piedine e piatti a base di pesce locale, pescato fresco per essere preparato dalle mani sapienti dei cuochi dei vari ristoranti e trattorie in zona, e dello shopping garantito da viale Ceccarini, il vero centro della vita in città.

A completare la grande offerta turistica ci sono le tante strutture ricettive, da hotel a 2 e 3 stelle come il Fedora e il Ca’ Bianca, fino a prestigiosi 4 stelle, appartamenti e bed & breakfast. Per chi vuole unire qualità della sistemazione e risparmio e avete bisogno di trovare una casa vacanza a Riccione provare il Saturnia.

Per concludere: Riccione è ancora una delle mete turistiche più belle ed importanti del nostro paese, tutta da scoprire e da apprezzare.

Le scommesse: ancora cool ?

Il mondo delle scommesse sportive non ha probabilmente mai conosciuto un periodo così florido nel nostro paese. Sembra, infatti, che sono sempre di più gli italiani che si dedicano a questa interessante attività che dimostra, con i numeri, di avere ancora tanto appeal e di essere quanto mai “cool”.

Merito indubbiamente delle scommesse on-line, che hanno aperto davvero a tutti questo particolare mondo. Fino a qualche anno fa non era possibile effettuare giocate sportive se non andando presso qualche agenzia di scommesse che avesse una sede fisica sul territorio, cosa che non tutti facevano (vuoi per mancanza di tempo, vuoi perché il bookmaker più vicino era magari a diversi chilometri di distanza).

Le scommesse on-line, che in Italia sono sempre più sicure grazie all’attività di controllo svolta dall’AAMS (da qualche tempo diventata ufficialmente Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), attirano dunque un numero sempre maggiore di utenti. La facilità di gioco, la possibilità di avere delle quote spesso migliori rispetto a quelle che si ottengono presso un bookmaker “in carne ed ossa”, la già citata sicurezza, sono tutti argomenti che contribuiscono a mantenere sempre alto l’interesse degli internauti verso le scommesse on-line.

Un altro aspetto importante è che ci sono tantissimi siti web da cui poter trarre ispirazione per fare le proprie scommesse. Mentre in un’agenzia di scommesse reale spesso si è “uno contro tutti”, nel senso che bisogna decidere in completa autonomia le proprie giocate, in rete c’è un senso di maggior “collegialità” e di “socializzazione delle scommesse” che permette di trovare facilmente consigli e pronostici sulle possibili partite da giocare.

Indubbiamente, con così tanti siti web bisogna scegliere con attenzione: fare pronostici efficienti non è facile, bisogna conoscere profondamente lo sport in cui si vuole scommettere e non tutti ne sono capaci. IlPortaledelleScommesse e RisultatiVincenti sono due dei più affidabili, entrambi offrono una completa sezione di possibili giocate e scommesse sul calcio (non solo Serie A, ma anche campionati stranieri e coppe internazionali), inoltre il primo ha una interessante sezione dedicata anche ad altre tipologie di scommesse sportive, come basket, tennis, golf e sci alpino.

Pvc: materiale cool o uncool ?

curtain-14440_640PVC, acronimo di cloruro di polivinile, è un materiale termoplastico molto popolare nell’uso caratterizzato da alti livelli di cloro (che possono arrivare fino al 57%). Spesso usata per la sua elevata resistenza all’ossidazione e dalla degradazione, i prodotti che vengono realizzati in PVC si caratterizzano per essere decisamente durevoli e durare molto tempo.

Molto liscio, facile da pulire e con possibilità di colorazione, il PVC è la soluzione ideale per tutte le case che desiderano essere “cool” e alla moda, ma senza spendere tanto.

L’uso di questo materiale è infatti predominante nel settore delle costruzioni grazie al basso costo di produzione, alla leggerezza e alla resistenza alle muffe. Spesso viene come sostituto per il metallo in molte applicazioni dove la corrosione può compromettere la funzionalità e aumentare i costi di manutenzione. Prendiamo i tubi, realizzati proprio in PVC ed utilizzati in applicazioni industriali, ma anche i pannelli per la doccia, resistenti e graziosi. Il materiale trova applicazione anche in soluzioni come le persiane in PVC, i pavimenti o, in combinazione con il legno, anche nelle finestre e nelle porte-finestre. L’elenco potrebbe continuare, tanto questo materiale è duttile.

Che vantaggi ha il PVC? Come accennato in precedenza, si tratta di un materiale a basso costo, molto leggero e, come tale, facile da installare e da utilizzare. Rispetto ad altri tipi di polimeri, il processo di fabbricazione non è limitato all’uso di petrolio greggio o gas naturale, pertanto si tratta di una “plastica sostenibile”.

Essendo un materiale termoplastico duttile, può essere riciclato (anche se c’è da dire che è un processo facile a causa delle numerose formulazioni utilizzate per la sua fabbricazione). Inoltre, presenta una forte stabilità chimica, un fattore importante che gli garantisce il mantenimento delle proprietà senza subire cambiamenti significativi quando vengono aggiunte sostanze chimiche.

Le plastiche in PVC sono molto utilizzate nel mondo di oggi e sono infatti il terzo tipo di plastica più usato dopo il polietilene e il polipropilene.

Gli svantaggi sono legati al rilascio di tossine in fase di produzione o quando esposto al fuoco che sono state legate a problematiche come il cancro o problemi ai polmoni. Si sta in ogni caso lavorando per cercare di rendere il materiale il meno inquinante per l’ambiente e dannoso per la salute umana.

Costumi da bagno 2016: tutti i trend

costumiSiamo quasi arrivati all’estate e, mentre attendiamo calmi l’arrivo del caldo e della bella stagione, vediamo quali sono i trend 2016 dei costumi da bagno. Continue reading

Marche che ci piacciono in questo 2016

victorias-secretLa moda va e viene, non a caso si usa dire “è una moda” ad intendere qualche cosa di passeggero. Nonostante questo, ci sono delle cose che sono destinate a rimanere costanti nel tempo, immutabili. Sono i brand delle più grandi case di moda al mondo, quelle che piacevano anni fa e che fanno impazzire giovani e meno giovani ancora oggi. Continue reading

Il SUV: in o out?

suvQuando dici macchina pensi subito al SUV? Sei innamorato di questa vettura di grandi dimensioni che, per molti, rappresenta davvero il top? Bene, non sei il solo. La domanda fondamentale è: il SUV è ancora “in”, o è “out”? Ovvero, è una delle macchine che fa ancora oggi moda, oppure è stata soppiantata da altre vetture, non necessariamente dello stesso comparto?

Se la scelta del tipo di vettura da guidare è molto personale, nel senso che non a tutti piacciono le stesse auto (ed è un bene che sia così), dall’altro lato dobbiamo dare adito al fatto che i SUV fanno ancora molto mercato, anche in questo 2016.

Ad esempio, su “Alla guida” troviamo una classifica dei 10 migliori SUV per il 2016. Vediamo auto che rispecchiano in pieno i canoni della bellezza e dell’auto di lusso, ma sportiva al tempo stesso. Vari anche i colori che ci attendono, dal classico blu fino al rosso che fa tremendamente sportivo.

Perché scegliere un SUV? Le prestazioni e la sicurezza sono le prime motivazioni di questa scelta. Un buon SUV deve andare “forte” quando ce n’è bisogno ma deve essere anche sufficientemente delicato da poter essere guidato nelle grandi città, in mezzo al traffico (anche se, indubbiamente, non è l’auto più indicata).

Quando è meglio evitare un SUV? In linea di massima sarebbe meglio evitare questa tipologia di vettura se non ti trovi con le auto di grandi dimensioni, se hai paura di fare manovra o pensi di stare guidando “una barca”.

Come dovrebbe equipaggiato un buon SUV? In questo caso non c’è una risposta univoca, dipende molto da quello di cui si ha bisogno. Sicuramente, un SUV che si rispetti deve fornire i giusti extra per una guida comoda, magari un porta tazza di caffè e un navigatore interno, mentre per i passeggeri posteriori è una buona idea avere degli schermi TV.

E’ fondamentale che il SUV rispetti anche le basilari norme di sicurezza, dunque sia sempre controllato da un meccanico esperto nel tipo di macchina, venga equipaggiato con degli pneumatici SUV appositamente sviluppati e, in generale, sia mantenuto in buono stato.

Se è così, allora possiamo ad occhi dire che il SUV è ancora oggi una macchina “in”.

Costumi da bagno: le marche top

costumeQuando si tratta di scegliere un costume da bagno sono tre le caratteristiche principali che bisognerebbe guardare: il modello, il colore e la marca. Continue reading

Tutti pazzi per Tezenis e Calzedonia nel mondo

Tezenis e Calzedonia sono due dei marchi italiani più famosi del mondo: dalla Polonia al Portogallo, dal Regno Unito fino all’Ucraina, sono tantissime le persone che ogni giorno indossano completi intimi, costumi o leggings di questi due brand.

Per capire come e quanto queste due marche sono così apprezzate all’estero basta fare una ricerca in internet e ci si troverà di fronte a tantissimi siti web che ne parlano.

Dal Regno Unito, ad esempio, il sito drapersonline.com offre informazioni sulla nuova collezione estiva di Calzedonia (che si è caratterizzata per l’organizzazione di un bellissimo show fashion a Verona in cui si è deciso di fare ampio uso di Twitter e della piattaforma TweetCam al fine di rendere l’evento social come non mai).

Rimanendo oltre Manica, l’apprezzamento per questi brand italiani si evince anche dalla presenza di diversi shop a marchio, come quello Calzedonia nel grande centro commerciale di Westfield a Londra o quello Tezenis ad Oxford Circus, sempre nella capitale inglese.

Dello fashion show di Verona ne parlano anche in Grecia, dove vengono riportati anche alcuni numeri importanti legati all’evento di cui sopra: oltre 1.000 fotografie in real time scattate e pubblicate su Twitter che hanno portato a più di 6 milioni di visualizzazioni, facendo registrare un tasso di engagement pari a 4 volte la media.

Gli effetti anche sugli altri social network non si sono fatti attendere: 34.000 likes in totale su Facebook e 2,5 milioni di fan raggiunti nel mondo. Il sito ufficiale di Calzedonia ha invece ricevuto 250.000 visite e oltre 1,2 milioni di pagine viste.

Con numeri così è davvero facile raggiungere un vastissimo numero di persone sia in Italia che all’estero.

Se usciamo fuori dai confini europei ci sono diversi negozi Calzedonia e Tezenis in Brasile (a San Paolo), in Messico e negli Emirati Arabi tra gli altri paesi.

Due brand che non sembrano conoscere crisi sicuramente grazie alla capacità del management di far marketing, ma anche e soprattutto grazie alla bellezza e alla qualità dei prodotti, pensati per essere ideali su ogni corpo maschile e femminile.

Per tanti Calzedonia e Tezenis sono sinonimo di intimo ed il numero è in continua crescita.

Cina compra Pirelli: l’inizio della fine per il made in Italy?

pirelliUn altro grande marchio italiano se ne va. Pirelli, azienda milanese fondata nel 1872, è stata venduta ai cinesi di ChemChina, la quale lancerà una nuova OPA da 15 euro ad azione attraverso la società Bidco.

Come era ovvio sono arrivate le prime critiche sull’operazione, come quelle della segreteria nazionale Filctem – Cgil, dichiaratasi “preoccupata di come questo fatto rappresenti la perdita di un altro dei gioielli industriali del nostro paese”. Continue reading